QUAD MATTHIAS

Typus Orbis Terrarum ad imitationem universalis Gerhardi Mercatoris
Data: Colonia,1592
Planisfero
4614
Soggetto: Planisfero
1.700,00 €
Incisione in rame, mm 195x266. Testo tedesco al verso. Ottime condizioni. Ritratto di Cristo colorato presumibilmente in antica data Questa carta è di evidente ispirazione mercatoriana, basata sul planisfero del 1569, è inserita in varie opere: "Europae, totius orbis terrarum partis praestantissimae universalis et particularis descriptio" dal 1592 al 1596, “Geographisch Handt-buch” del 1600 e in "Fasciculus Geographicus" del 1608. Quad usò per la sua attività diversi pseudonimi, tra cui quelli noti di C. Eichovius, M. Quadus, M. Quad von Kinckelbach e quello di Konrad Loew. Fuggito dall'Olanda in Germania nel 1587, studiò ad Heidelberg e divenne poi uno dei più prolifici esponenti della cosiddetta Scuola Cartografica di Colonia. In questo periodo Colonia fu un importante centro nella produzione cartografica cinquecentesca, grazie ai cartografi rifugiati fiamminghi ed olandesi che fuggivano dalle persecuzioni religiose, tra cui citiamo Matthaeus Quad, Johannes Metellus, Giovanni Botero e Frans Hogenberg, che ne fu il fondatore. Gli atlanti spesso venivano pubblicati in forma anonima o con l’utilizzo di alcuni pseudonimi proprio a causa dei problemi politici e religiosi che caratterizzavano il periodo storico. Meurer, Atlantes Coloniensis, Qua 45.

RICHIEDI INFORMAZIONI

Compila la form per ricevere assistenza sui nostri prodotti e richiedere un preventivo

Accetto l’informativa sulla privacy.

Newsletter

Iscriviti e rimani aggiornato
Accetto l’informativa sulla privacy.