JANSSONIUS JOHANNES

Tabula anemographica seu pyxis nautical ventorum nomina sex linguis repraesentas
Data: Amsterdam,1680 circa
7049
Soggetto: Rosa dei venti
1.800,00 €
Incisione in rame, dipinta a mano, mm 440x545. La più bella raffigurazione di rosa dei venti pubblicata a stampa, di notevole suggestione, divisa in 32 sezioni. I venti sono raffigurati come putti che soffiano e i loro nomi sono ripetuti in olandese, francese, italiano, latino, greco e spagnolo. Tratta in origine dall’atlante nautico di Janssonio, la carta fu poi inserita in “Accurata Orbis antiqui Delineatio”, atlante storico, curato da Hornius, utilizzato da Janssonius come volume VI del suo “Atlas Novus” (con testo al verso) e poi ristampato senza testo al verso in edizioni successive fino al 1741. Discreto esemplare con tracce di sporco, qualche restauro alla piega centrale, tracce di piega, rifilato alla cornice di inquadramento e poi rimarginato, ma nonostante tutto piacevole Janssonius, genero di Jodocus Hondius e cognato di Henricus Hondius, figlio di Jodocus, collaborò alla pubblicazione di atlanti, dopo l’acquisizione delle lastre di Mercatore da parte di Jodocus e dal 1638 fu in effetti colui che guidò l’impresa editoriale, mentre Henricus Hondius lentamente abbandonava l’attività (dal 1646 il suo nome non apparirà più su alcun frontespizio); divenne così il grande avversario della famiglia Blaeu nel secolo d’oro della cartografia olandese.

RICHIEDI INFORMAZIONI

Compila la form per ricevere assistenza sui nostri prodotti e richiedere un preventivo

Accetto l’informativa sulla privacy.

Newsletter

Iscriviti e rimani aggiornato
Accetto l’informativa sulla privacy.