KIRCHER ATHANASIUS

Mundus subterraneus, In XII libros digestos; quo divinum subterrestris mundi opificium,…universae denique naturae majestas & divitiae summa rerum varietate exponuntur...
Data: Amsterdam,Apud Joannem Janssonium & Elizeum Weyerstraten,1665
Materia: fisica, geologia
7.200,00 €
Due volumi rilegati in uno; in Folio (mm 382x230); Vol. I: carte non num. 13 (su 15, mancano il frontespizio allegorico calcografico e la carta col privilegio) compreso il frontespizio tipografico, pagg. 346, (6) con 12 grandi tavole fuori testo, 3 piccole tavole fuori testo e 2 tavole sinottiche; Vol. II: carte non num. 5 (su 6, manca il frontespizio del secondo tomo), pagg. 487, (9) con 7 tavole f.t., 2 piccole tavole f.t. e 5 tavole sinottiche. Complessivamente l’opera contiene 19 grandi tavole fuori testo incise in rame, molte ripiegate, fra cui 7 carte geografiche con il mappamondo con le correnti marine ed altre con raffigurazioni di sole, luna, vulcani (Etna, Vesuvio); 5 piccole tavole tecniche, sempre in rame; 7 tavole sinottiche, oltre a decine di illustrazioni in rame (alcune a tutta pagina) e oltre 200 silogr. nel testo, che illustrano animali, mostri, diagrammi astronomici, fossili, macchine, forni alchemici ed altro. Mancano i ritratti di Kircher (quasi mai inserito nell'opera) e di Papa Alessandro VII. Piena pergamena coeva con titolo manoscritto al dorso.Prima edizione di questa celebre e curiosa opera del gesuita Kircher (Caillet 5783: “La plus curieux des ouvrages. Ce monde subterrain est…un monde kabbalistique en raison des etres fantastiques dont il peuple l’interieure du globe”), consacrata alla terra ed alle scienze che la riguardano. Divisa in 13 libri tratta di geologia, idrografia, meteorologia, vulcanologia, storia naturale, alchimia, che viene condannata ridicolizzando Paracelso, fossili, metallurgia. Kircher è convinto che il centro della terra sia collegato alla crosta in molti punti e che contenga vaste riserve di acqua; il risultato dell’interazione di questi elementi producono terremoti, vulcani, tempeste. Ottimo esemplare mancante dei due ritratti di Kircher e del Papa Alessandro VII e dei due frontespizi allegorici. Qualche difetto alla legatura.Merrill, 17: "The Mundus subterraneus, perhaps the most popular of Kircher's works in his day and the best known in ours...The basis and impetus...was Kircher's visit to Sicily in 1637-38, where he witnessed an eruption of Aetna and Stromboli. He prefaced the work with his own narrative of the trip, including his spectacular descent into Vesuvius upon his return to Italy...But the work is not solely geologic. Kircher continues with fantastic speculations about the interior of the earth, its hidden lakes, its rivers of fire, and its strange inhabitants. Major topics include gravity, the moon, the sun, eclipses, ocean currents, subterranean waters and fires, meteorology, rivers and lakes, hydraulics, minerals and fossils, subterranean giants, beasts and demons, poisons, metallurgy and mining, alchemy, the universal seed and generation of insects, herbs, astrological medicine, distillation, and fireworks, In this work he discloses his experience with palingenesis...Much of the work deals with alchemy...” Brunet III,667. Caillet 5783. Casanatense 687. Duveen 322; Caillet 5783; Ferguson I, 467; Graesse IV, 21; Graesse, Magica, 49; Sabin 37967 “Several articles relate to America”; Sommervogel IV, 1060; Wellcome III, 395.

RICHIEDI INFORMAZIONI

Compila la form per ricevere assistenza sui nostri prodotti e richiedere un preventivo

Accetto l’informativa sulla privacy.

Newsletter

Iscriviti e rimani aggiornato
Accetto l’informativa sulla privacy.