ANDREINI GIOVANNI BATTISTA

L'Adamo. Sacra Rappresentazione
Data: Milano,ad istanza di Geronimo Bordoni libraro,1613
Materia: letteratura - illustrati
3.700,00 €
In 4° (mm 216x165); 13 carte non numerate, comprendenti frontespizio inciso e ritratto dell’autore f.t. sempre in rame e 40 grandi tavole (malnumerate) n.t., tutto finemente incise da Cesare Bassano (Milano 1584-1648) da disegni del pittore milanese Carlo Antonio Procaccini, compreso il frontespizio con Adamo ed Eva nell'Eden. I soggetti ricorrenti angeli, animali incantati, satiri e ninfe, diavoli, sono quelli delle scene dell'opera e costituiscono un mirabile esempio del teatro milanese barocco di Cesare Bassani; pagg. 177, testo in caratteri corsivo e romano tondo, note a stampa al margine, capolettera entro vignette e finalini silografici, testatina incisa al prologo con un coro di angeli. Legatura d’amatore parlante del XX sec. in marocchino rosso, triplo filetto ai piatti con cantonali, titolo impresso in oro al dorso con cinque nervi, tagli dorati e dentelle a merletto. Bell’esemplare, alcuni piccoli restauri effettuati anticamente, quali un piccolo strappetto al marg. inf. di una carta, frontespizio con margine est. leggermente ampliato e tarletto a poche pagg., piccolo alone all’ang. inf. per circa 12 pagg. Ex libris John Arthur Brooke. Cerniere con lieve abrasione. Prima edizione di quest’opera considerata il capolavoro dell’Andreini, tra le più importanti rappresentazioni melodrammatiche barocche; l’autore tratta un argomento religioso come genere teatrale. Condensa la storia dell’umanità in cinque atti, dalla creazione alla caduta e sottolinea l’importanza di poter conciliare i problemi religiosi della sacra rappresentazione, mettendo insieme teatro e argomento biblico. Il linguaggio usato è semplice e puro, come quello che poteva usare il primo uomo sulla terra: non vi sono versi eruditi; inoltre Andreini sviluppa la parte del canto e della musica evolvendo sempre più verso il melodramma e trasformando l’Adamo in opera varia, pièce insieme pastorale, lirica e melodrammatica con una concezione del tutto barocca. La rappresentazione teatrale venne presentata proprio a Milano dove spesso l’Andreini soggiornava. Rasi, I comici italiani I, 117-139. Cicognara 1423. Brunet I, 269. Michel I, p. 48. Vinciana 4125. Clubb 68.

RICHIEDI INFORMAZIONI

Compila la form per ricevere assistenza sui nostri prodotti e richiedere un preventivo

Accetto l’informativa sulla privacy.

Newsletter

Iscriviti e rimani aggiornato
Accetto l’informativa sulla privacy.