TUCHYDIDES

Thoukydidou tou Olorou Peri tou Peloponnēsiakou polemou biblia oktō. Thucydidis Olori filii De Bello Peloponnesiaco libri octo (Graece). Iidem Latinè, ex interpretatione Laurentii Vallae, ab Henrico Stephano nuper recognita…
Data: (Ginevra),Excudebat Henricus Stephanus, illustris viri Huldrichi Fuggeri typographus,1564
Peloponneso
Cod 9462
Soggetto: Letteratura greca
3.200,00 €
In Folio (mm 323x220); pagg. (16), 297, (3), 216, (8). Frontespizio in rosso e nero, marca tipografica di Estienne in silografia, testo greco nella prima parte, latino nella seconda. Legatura di fine Settecento in piena pergamena con decori neoclassici al dorso, tassello in marocchino rosso su cui è riportato il titolo con fregi neoclassici, tagli a spruzzo. Tre note di possesso al frontespizio che riporta anche la dicitura cancellata “Henricus Stephanus auctor damnatus, opus vero hoc permissum”. In fondo all’Indice vi è la seguente nota manoscritta “Hic liber permittitur iuxta appendicem adnovum catalogum Sanctae Inquisitionis. Salmanticae Die quarta mensis Julij Anno ibis” segue firma dell’Inquisitore. Prima edizione di Estienne con il testo greco accompagnato dalla traduzione latina, che, sebbene attribuita a Valla nel titolo, fu condotta principalmente da Estienne stesso, autore delle note. Henri, nipote di Henri il vecchio e figlio di Robert Estienne, fu uno dei maggiori umanisti francesi di tutto il secolo, autore della monumentale opera Thesaurus Graece Linguae. Ottimo esemplare con un foro causato dall’inchiostro al margine sup. del frontespizio, un lieve alone alle prime pagine, una traccia di tarlo restaurata al margine inf. fino a pag. 59, un altro camminamento da pag. 223 a 295 nel margine esterno e da pag. 153 della seconda parte fino alla fine nel marg. inf. (restaurato dapag. 201 alla fine). Lieve ossidazione generale della carta. Adams T-666; Renouard, Estienne, 152-153; Dibdin, 506; PMM 102: "The text was first printed by Aldus in 1502. The edition of Henri Estienne, a member of the famous French family of printers, who corresponded with scholars as an equal, first came out in 1564. The edition cited (the second edition, 1588) was improved by the addition of a translation into Latin by Lorenzo Valla..."

RICHIEDI INFORMAZIONI

Compila la form per ricevere assistenza sui nostri prodotti e richiedere un preventivo

Accetto l’informativa sulla privacy.

Newsletter

Iscriviti e rimani aggiornato
Accetto l’informativa sulla privacy.