MOROSINI PAOLO - CORNARO GIOVANNI

Memoria storica intorno alla Repubblica di Venezia. Per la prima volta pubblicata nell"ingresso di S. E. Messer Alvise Pisani Cavaliere alla Dignità di Procuratore di San Marco.
Data: Venezia,Nella Stamperia di Carlo Palese,1796
Venezia
cod. 2527
Materia: storia locale
950,00 €
In 4° (300x215); Pagg. (10) compresi l’antiporta ed il frontespizio con vignetta incisa in rame, pagg. 16, CXXIII, (5) e 1 carta bianca; testatina e finalino sempre in rame. Antiporta in rame figurata con l’illustrazione di una medaglia di Andrea Spinelli, appartenente al museo Pisani, che illustra Venezia con intorno il motto "Adriaci Regina Maris” su una faccia, mentre sul rovescio appare un doge con cinque figure maschili in atto di pregare il Cristo con un vessillo ed il motto "Concordia Parne / Res Crescunt - Senatus Venetus – 1339”. Nel frontespizio, vignetta con lo stemma di casa Pisani. Legatura originale in cartone verde-giada alle armi dei Pisani impresse in rosso sul piatto ant., e le iniziali di A. Pisani comprese in uno stemma all’altro piatto. Ambedue i piatti hanno ai bordi una decorazione con motivo alla “greca” di tipo classico pure stampato in rosso. Edizione originale di grande rarità di questa opera storica di Venezia, che copre gli anni tra il 1300 ed il 1500, scritta da Paolo Morosini e Giovanni Cornaro vissuti a cavallo tra ‘400 e ‘500. L’opera fu curata da Anton Giovanni Bonicelli che era il bibliotecario di casa Pisani, il quale la dedica ad Alvise Corsaro. Bonicelli, raccogliendo il desiderio di Pisani, favorevole alla pubblicazione di opere di pubblica utilità in occasione della celebrazione del suo Ingresso, tradusse e diede alle stampe la presente. Morosini dedica la sua storia all’amico Cecco Simonetta consigliere ducale. Nella Venezia del XVIII secolo era usanza delle famiglie nobili veneziane, un cui membro era chiamato a ricoprire cariche importanti nella Serenessima, dare alle stampe un’opera con la legatura in carta di pregio riproducente lo stemma della famiglia. Era una produzione dal carattere eminentemente occasionale, nata da accordi privati tra le famiglie nobili e gli editori, in cui affiorano i gusti della Venezia settecentesca, impegnata in feste e celebrazioni, la maggior parte delle quali doveva essere siglata dalla pubblicazione di questi libri od opuscoli. (Vedi: A. Pettoello: Libri illustrati veneziani del Settecento. Le pubblicazioni d"occasione. Ist. Veneto di Scienze, Lett. ed Arti; Lapiccirella, L., Cat. 3, Libri illustrati veneziani del XVIII sec.). Ottima impressione tipografica, magistralmente stampata su carta di pregio. poiché edita in poche copie. Esemplare molto bello con barbe parziali, eccettuato il dorso rifatto. Cicogna 92 e 474. Morazzoni p. 277. Lozzi II, 6063: “Edizione di pochi esemplari”.

RICHIEDI INFORMAZIONI

Compila la form per ricevere assistenza sui nostri prodotti e richiedere un preventivo

Accetto l’informativa sulla privacy.

Newsletter

Iscriviti e rimani aggiornato
Accetto l’informativa sulla privacy.