THIERS JEAN-BAPTISTE

Istoria delle perrucche in cui si fa vedere la loro origine, la usanza, la forma...tradotta dal francese...
Data: Benevento,stamperia Arcivescovile,1722
6476
Soggetto: Parrucche
400,00 €
In 8° (mm 140x75); pagg. (24), 586. Piena pergamena coeva con titolo al dorso. Buona edizione (la prima è del 1702) tradotta dal francese da Giuliano Bovicelli. Si narra della loro origine, la usanza, la forma, l'abuso, e la irregolarità di quelle degli Ecclesiastici. Tradotta dal Francese da Giuliano Bonvicelli. L'Autore, il noto teologo Jean-Baptiste Thiers (1636-1703), storico ed esperto di diritto canonico, in quest'opera, scritta nel 1690, usa il proprio sapere come argomentazione per attaccare l'abuso delle parrucche sia parte del clero che dei laici. Questo libro, a tratti satirici contro gli abati arricciati, lo hanno reso per molti una piacevole lettura, ed è il primo e il più esauriente ad essere stato scritto sulle parrucche; ne descrive dieci modelli diversi, i materiali usati per la fabbricazione, la bellezza e la foggia e le restrizioni civili e religiose ad esse legate. Nonostante l'impegno messo dal Thiers nel promulgare il proprio pensiero, esso evidentemente non prese piede visto il successo che le parrucche raggiunsero durante il secolo successivo. Buon esemplare con saltuarie minime ossidazioni; tarlo al margine interno che non lede il testo da pag. 67 a 251; minimi difetti al dorso, manca la sguardia finale. Cicognara, 1602 “Quest’opera è piuttosto diretta contro l’abuso delle perrucche degli Ecclesiastici che ad oggetto di illustrare la materia con buona critica.

RICHIEDI INFORMAZIONI

Compila la form per ricevere assistenza sui nostri prodotti e richiedere un preventivo

Accetto l’informativa sulla privacy.

Newsletter

Iscriviti e rimani aggiornato
Accetto l’informativa sulla privacy.