CORONELLI VINCENZO MARIA

Teatro della Guerra. Lombardia ch’abbraccia gli stati de Duchi di Savoja, Mantova, Parma e Modena e del Milanese.
Data: Torino (ma Venezia),1706
Piemonte Lombardia Emilia
Cod 4914
Soggetto: Piemonte Lombardia Emilia
9.000,00 €
In 8° oblungo (mm 200x270); carte 117tavv. raffiguranti piante delle città e delle fortezze; , vedute e carte geografiche del territorio del Milanese e della Savoia, fascinosi ritratti, titoli ornati con blasoni. Fra le mappe molto bella ed importante quella degli Stati di Savoia Piemonte, ripiegata più volte; piena pergamena coeva dorso a cinque nervi e titolo manoscritto. Bellissimo l’apparato iconografico di quest’opera, inciso finemente in rame, ricchissimo di decori quali architetture, ramages, simboli di studio, stemmi coronati, con motti e figure allegoriche. Occhietto con drappo e decori, frontespizio con tralci e ramages; ritratto di Ferdinando Carlo Gonzaga Duca di mantova e Montisfer. ripiegato, entro ovale blasonato dei Gonzaga, contornato da fogliame con albero genealogico; ritratto di Francesco Farnese Duca di Parma e Piacenza ripiegato, entro ovale blasonato contornato da fogliame con albero genealogico; Il Teatro della Guerra è un’opera in quarantotto volumi (ma ne uscirono solo ventisette a Venezia tra il 1706 e il 1709, anche se recano diverse indicazioni), descrizione degli Stati coinvolti nella Guerra di successione spagnola, con poche pagine di testo e molte tavole (circa duemila). Notevoli per rarità e valore i volumi sulla Repubblica veneziana e i suoi domini nel Mediterraneo, su Belgio, Olanda, Isole Britanniche, ecc.Vincenzo Maria Coronelli considerato uno dei più grandi, laboriosi ed eclettici cartografi italiani. Nato nel 1650 di modeste origini, ricevette educazione ecclesiastica presso l’ordine dei minori conventuali di San Francesco; in seguito ne divenne Gran Generale e poi ottenne il titolo di cosmografo della Repubblica. Fu anche lettore pubblico di geografia presso l’università di Venezia e fondatore, nella stessa sede del convento dei frati minori, della prima associazione geografica: l’Accademia Cosmografica degli Argonauti. Divenuto famoso come matematico e cosmografo nel 1681 venne chiamato alla corte di Luigi XIV per la costruzione di due straordinari e raffinatissimi globi, uno terrestre e uno celeste, di 4 metri di diametro. La produzione cartografica del Coronelli consta di circa 500 carte tutte basate su molteplici fonti che gli permisero di arricchire le mappe con moltissime informazioni (celebre la sua precisione toponomastica) e talvolta di inserire curiosità e avvenimenti storici. A lui si devono moltissime e celebri opere geografiche: oltre al Teatro della Guerra, di notevole importanza sono l’Atlante Veneto, L’Isolario, Il Corso Universale, Le Singolarità di Venezia, Il libro dei Globi, ecc. Ottimo esemplare genuino in bell’impressione su carta vergellata con marca d’acqua di una mezza luna. Minimi aloni marginali e saltuari. Armao 72 pp. 152-153 : “Intercalate fra le tavole sono 14 pp. di testo su due colonne con la descrizione storica geografica del Ducato di Savoia, del Piemonte e del Nizzardo, dello Stato di Milano, dei Ducati di Mantovva, Parma e Piacenza e Modena e del ducato di Monteferrato. “ Come in tutte le opere del Coronelli, anche in questa la disposizione e la collocazione delle tavole non risulta omogenea: il nostro esemplare contienedue carte in meno di quelle segnalate dall’indice ma due in piu, la tavola 42*, parte del contado di Nizza e la carta 99 è seguita dalla carta 99*.

Torna Indietro

RICHIEDI INFORMAZIONI

Compila la form per ricevere assistenza sui nostri prodotti e richiedere un preventivo

Accetto l’informativa sulla privacy.



Newsletter

Iscriviti e rimani aggiornato
Accetto l’informativa sulla privacy.