DANTE

La Divina Commedia già ridotta a miglior lezione dagli accademici della Crusca ed ora accresciuta di tre indici copiosissimi per opera del signor Gio. Antonio Volpi, Pubblico professore di Filosofia nello studio di Padova, il tutto distribuito in due volumi.
Data: Padova,presso Giuseppe Comino,1727
Cod 4012
1.000,00 €
2 voll. in 8° (mm 180x120); pagg. XVI, XLVIII, 513; 299,160; marca tipografica con vignetta in rame al frontespizio del vol. I, capolettera silografati e testatine ornate al secondo volume. Piena pergamena coeva, titolo in oro su doppio tassello al dorso, tagli spruzzati. Rara variante editoriale della Cominiana del 1726 – 27 (pubblicata in tre volumi); in questa edizione l’editore cambia il frontespizio ed elimina il ritratto di Dante e lo schema dell’inferno, oltre a non pubblicare il volume 2 contenente il Rimario. Bell’esemplare che presenta internamente lievi tracce di ossido e qualche fioritura marginale; dorsi e spigoli con piccole mende, una scritta a inchiostro “indici del Volpi” al dorso del II vol. Alla fine del primo vol. vi sono le tavole delle autorità de’ testi. Riportiamo la citazione del Volpi in prefazione: “dove sono accennate le mancanze de’ numeri delle stesse autorità che s’incontrano nella suddetta Tavola dell’edizione Fiorentina; come si può conoscere a carte 477 di questa nostra. Nel secondo volume vi sono i Soliti Argomenti e le Solite Allegorie de Canti di Dante ma purgate dagli errori…Seguono tre indici ricchissimi, il primodi tutte le parole e maniere di dire… il secondo di tutte le cose striche e favolose, toccate dal nostro Poeta, il terzo delle storie o favole accennate dal Poeta non direttamente ma con giro di parole… Antonomasia e Perifrasi”. Edizione assai rara non repertoriata in Gamba e Mambelli. Cfr. per l’edizione del 1726 – 27, Gamba, 393: "In principio del "vol. Primo", oltre ad un'erudita Prefazione di Gio. Antonio Volpi, stanno le Vite di Dante e del Petrarca, scritte da Lionardo Aretino; un Catalogo (assai imperfetto) delle principali edizioni del poema.. Il "vol. Secondo" comprende il Rimario, ch'e' quello di Carlo Noci, già pubblicato in Napoli nel 1602, ma con notabili miglioramenti; ed un Indice delle desinenze delle Rime. Il "vol. Terzo" contiene i soliti Argomenti; le Allegorie sopra ogni canto del poema e tre Indici che spiegano tutte le cose difficili e di erudizione, i quali tengono le veci di Comento, e furono compilati dai fratelli Volpi. Gli Accademici della Crusca giudicarono la presente edizione molto piu' di quella del Manzani emendata e corretta.. In tante ristampe fatte della Divina Commedia non si era pensato mai di aggiugnervi que' Rimari e Indici, che tanta utilita' arrecano a chi fa uso degli Antichi Classici; ed anche per tale corredo si tenne la edizione dei Fratelli Volpi, siccome una delle migliori imprese della Stamperia Cominiana"; Cfr. anche Mambelli, 58: "Edizione assai stimata, che riproduce, senza le mende che lo deturpano, il testo della Crusca del 1595".

Torna Indietro

RICHIEDI INFORMAZIONI

Compila la form per ricevere assistenza sui nostri prodotti e richiedere un preventivo

Accetto l’informativa sulla privacy.



Newsletter

Iscriviti e rimani aggiornato
Accetto l’informativa sulla privacy.