FAZELLO TOMMASO

De rebus siculis decades duae, nunc primum in lucem editae
Data: Palermo,Mayda e Carrara,1560
Sicilia
Cod 4901
Soggetto: Sicilia, Sardegna
2.300,00 €
In Folio (mm 275x192); pagg. (12), (2), 664 (ma 668 comprese le 4 pagine senza num. fra pag. 438 e 439), (28) con grande stemma silografico con l'aquila sul frontesp. e due illustrazioni a piena pagina a pag. 166 e 167, raffiguranti in silografia l'iscrizione in caratteri dell'alfabeto caldeo rinvenuta a Palermo; dedica a Filippo II; note manoscritte ai margini e qualche lieve sottolineatura. Mezza perg. settecentesca con angoli, titolo su tassello al dorso, tagli a spruzzo. Seconda ediz. stampata due anni dopo la prima (Molto più rara di questa), con impaginazione leggermente diversa, di uno dei testi fondamentali per la storia di Sicilia, che narra le vicende dell'isola dalle origini fino all'abdicazione di Carlo V nel 1556. La prima decade descrive maggiormente l'aspetto geografico, la seconda quello storico. Fazello (Sciacca 1498 - Palermo 1570) è considerato uno dei maggiori storici siciliani del Rinascimento ed era definito "Livio siculo". Piuttosto complicata è la collazione di questa edizione, considerato che si trovano esemplari con diversa disposizione dei quaderni privi di numerazione. Il nostro esemplare risulta comunque assolutamente conforme al registro posto in fondo prima dell'indice con l'aggiunta di un foglio che riporta l'elenco degli autori da cui Fazello aveva tratte le notizie, forse tratto dalla prima edizione, ma non citato nel registro. Esemplare in buono stato, che presenta tre fori di tarlo al frontesp. senza ledere il testo (uno all'angolo restaurato con applicazione di rinforzo cartaceo); altro foro fino a pagina 14; da pag. 309 a 438 un altro foro nel margine interno; da pag. 439 traccia di tarlo al marg. int. con piccolo fastido al testo talvolta fino a pagina 594; altra traccia di tarlo in alto all'indice. Un leggero alone in alto verso la fine. Legatura un po' sciupata ma gradevole. Mira I, 306; Dura, 3310: "Rarissimo"; Evola, 123: "Edizione in genere confusa colla precedenre senza essersi tenuto conto delle aggiunzioni fatte dall'aut. a quella del 1558. Queste aggiunzioni sono in parte rifuse in mezzo al testo dell'opera"; Adams F-204.

Torna Indietro

RICHIEDI INFORMAZIONI

Compila la form per ricevere assistenza sui nostri prodotti e richiedere un preventivo

Accetto l’informativa sulla privacy.



Newsletter

Iscriviti e rimani aggiornato
Accetto l’informativa sulla privacy.