MATTIOLI PIETRO ANDREA

Gentiana Minore
Data: Venezia,Valgrisi,1568
Cod. 9625
Materia: botanica
160,00 €
Silografia, dipinta a mano, (mm 160x295) “Credesi, che la Gentiana fusse ritrovata da Gentio Re della Illiria, dal quale si prese ella il nome….non solamente testifica Dioscoride; ma molti altri degli antichi scrittoriPlinio à VII cap. del XXV. Libro. Le fronde …simili a quelle del noce overo quella della piantagine, di colore rossigno: ma quelle che sono da mezo il fusto in su… Scrissene Galeno assai brevemente al VI. Delle facultà de semplici…la radice di questa erba è efficace molto dove sia di bisogno d’assottigliare, modificare, astergere& disoppilare. Et non è maraviglia, ch’ella possa fare tutto questo, essendo ella amarissima…è la gentiana secondo che commemora Avicenna, calda nel terzo & secca nel secondo ordine: provoca l’orina & i mestrui, & ella è l’ultima medicina alle punture degli scorpioni. L’acqu fatta dalle radici al bagno che chiamano di Maria, sana mirabilmente come più volte ho isperimentato io, le febbri causate dalle oppilationi, ammazza i vermini, nel corpo dei fanciulli, & purga tutte le macole della faccia, lavandosene spesso.” Tratta da “I discorsi ne i sei libri della materia medicinale…” un commento all’opera del medico greco Dioscoride. L’opera del medico senese, nata come commento a Dioscoride assunse, grazie alle numerose aggiunte relative alle nuove piante scoperte, notevole fama e fu una delle opere più importanti del secolo il Best Seller degli erbari, ristampata per circa due secoli, tradotta in un primo momento in latino, successivamente anche in lingue “volgari” francese, ceco, tedesco. Le belle illustrazioni derivano dall’edizione del 1555 e sono opera di Giorgio Liberale da Udine. Le piacevoli tavole sono apprezzate per il fascino derivante dall’ingenuità dell’incisione silografica ed il testo che interrompe esteticamente l’unità della pagina."Mattioli's commentary on Dioscorides' text was aimed largely at the practical purpose of medicinal phytognosis and acquired intrinsic value both through the wealth of its descriptive details of each plant and through its accurate drawings. Mattioli may therefore be considered a member of the Vesalian school of morphological observation." (DSB) Bell’esemplare, minima fioritura.

Torna Indietro

RICHIEDI INFORMAZIONI

Compila la form per ricevere assistenza sui nostri prodotti e richiedere un preventivo

Accetto l’informativa sulla privacy.



Newsletter

Iscriviti e rimani aggiornato
Accetto l’informativa sulla privacy.