LEPAPE GEORGE

La Femme et les Pantins.
Paris,
cod 1296
250,00 €
Pochoir, mm 170x138. Tratta da "Gazette du Bon Ton", firmata da Lepape. Plate N°II, Luglio 1913. Esemplare perfetto. La "Gazette du bon ton" fu pubblicata da novembre 1912 all’estate 1915 e da gennaio 1920 fino a dicembre 1925. La serie completa consta di 12 volumi. La "Gazette" illustra la moda elegante dei maggiori stilisti nella Francia pre e post bellica con l’utilizzo della tecnica che rivoluzionò l’illustrazione di moda, il pochoir. I più famosi artisti Art Deco collaborarono alla rivista compresi Georges Lepape, Georges Barbier, Etienne Drian, Erté (Romain de Tirtoff), Paul Iribe, Pierre Brissaud, André Edouard Marty, Thayaht (Ernesto Michahelles), Edouard Garcia Benito, Soeurs David (David Sisters), Pierre Mourgue, Robert Bonfils, Bernard Boutet de Monvel, Maurice Leroy, and Zyg Brunner. Essi, piuttosto che semplicemente disegnare modelli, li dipinsero in situazioni d’ambiente molto suggestive. Lepape fu uno dei maggiori stilisti di moda del periodo: lavorò ed illustrò le collezioni del più importante atelier parigino di inizio secolo, quello di Paul Poiret, considerato l’inventore della moda moderna. Per lui disegno il celeberrimo “Les Choses de Paul Poiret" nel 1911. L’album considerato da molti il miglior libro di moda del suo tempo; l’opera fu commissionata dal “ re della moda” Paul Poiret, (1879-1944, primo creatore di moda in senso moderno; Poiret "le Magnifique" nasce a Parigi da un commerciante di stoffe) per esporre il suo stile innovativo e rivoluzionario, a Georges Lepape, che era assistente di Poiret. Influenzato dalla ricchezza decorativa e dai colori dei Ballets Russes, messi in scena a Parigi da Diaghilev, Poiret, tra il '10 e l'11, lancia una moda di chiaro eco orientale con turbanti, pantaloni alla turca e tuniche velate da harem, che diverranno distintive del suo stile. Molto scalpore provocano la sua jupe-culotte, primo tentativo di pantalone femminile da casa, e la sua jupe-entravée. Questo album è oggi riconosciuto come un’icona del gusto che influenzerà successivamente le creazioni dei celebri Charles Martin, George Barbier e André Marty, e fu pubblicato dalle più importanti riviste periodiche parigine, quali: La Gazette du Bon Ton, Les Modes et Manières d'aujourd'hui e Le Journal des Dames et des Modes. Lo stile di Poiret risulterà straordinariamente decorativo.



materia: arte
Torna Indietro