MAFFEI SCIPIONE

Dell'impiego del danaro libri tre. Alla Santità di nostro Signore Papa Benedetto decimoquarto.
Data: Roma, Stamperia Vaticana,-1745
Materia: economia
650,00 €
In 8° (mm 250X195); pagg. XXXII, 172. Frontespizio in rosso e nero con vignetta incisa in rame. Piena pella coeva dorso a cinque nervi, titolo in oro, tagli blu. Opera di notevole interesse, frutto di anni di studio sull’annoso problema dell’usura, in cui l’autore dichiara lecito un interesse sui prestiti di danaro. Maffei è fautore delle tesi liberistiche proprie dei paesi protestanti e grazie ad esempi pratici di mercatura legittima il prestito con interesse riaprendo la polemica economico-teologica; subito le autorità ecclesiastiche condannarono l’opera ordinandone il ritiro cosicchè nella seconda edizione appare una lettera a Benedetto XIV, in cui il Maffei assume una posizione più morbida nei confronti dell’argomento. Buon esemplare, firma di possesso manoscritta alla sguardia iniziale, lievi fioriture e bruniture. Tracce d’uso a spigoli e cerniere. Strappo anticamente restaurato alla sguardia iniz. Einaudi 3603 per la prima edizione. Venturi, p. 131. Kress, n. 4769. Bibl. Einaudi, n.3604

RICHIEDI INFORMAZIONI

Compila la form per ricevere assistenza sui nostri prodotti e richiedere un preventivo

Accetto l’informativa sulla privacy.

Newsletter

Iscriviti e rimani aggiornato
Accetto l’informativa sulla privacy.