ADAM ROBERT

Ruins of the Palace of the Emperor Diocletian at Spalatro in Dalmatia.
Data: (London), printed for the author, ,1764
Materia: architettura
12.000,00 €
In folio (mm 530x370); pagg. IV, (8), 33 (dedica al Re Giorgio III, lista dei sottoscrittori, introduzione, descrizione delle tavv.); frontespizio (tav. 1) inciso finemente in rame da Francesco Bartolozzi. Piena pelle coeva, dorso con sette nervi, titolo in oro su doppio tassello in rosso e nero, scomparti con ricchi fregi dorati. Piatti con doppio riquadro a merletto e cantonali in oro. Tagli e dentelle dorati. L’apparato iconografico di questa magnifica opera è il frutto di un atelier di insigni artisti italiani in collaborazione con altrettanti famosi intagliatori europei dell’epoca; le tavole sono stampate su carta forte con marca d’acqua (giglio fiorentino), tratte dai disegni per lo piu' di Charles-Louis Clerisseau, ed incise a Venezia elegantemente in rame da Bartolozzi, Zucchi, Santini, Rooker, Patton, Walker, Mazell, Basire e Cuneo. Si tratta di 61 incisioni in rame numerate, di cui 7 a doppia pag. e 7 più volte ripieg. Complessivamente 14 sono vedute, incluso il frontespizio, fra cui una a doppia pag. “General plan of the town and fortifications of Spalato...”; Spalato; Porta Aurea; Porta Ferrea; Crypto-Porticus; peristilio del Palazzo; interno del Vestibulum; tempio di Jupiter; entrata e interno di questo tempio; l'acquedotto; tempio di Aesculapius; le restanti tavole sono la summa descrittiva dei fregi e componenti architettonici del palazzo: piante, spaccati, sezioni, bassorilievi, particolari, archivolti, consoles, porte, capitelli, fregi, cornici, la sfinge, ecc. Prima edizione di questa rara e affascinante opera di difficile reperibilità a trovarsi completa. L’autore architetto scozzese (1728- 1792), uno dei maggiori esponenti del Neoclassicismo; per Adam l’adozione delle forme classiche nonché tutti gli elementi che possono essere rielaborati e riproposti nella progettazione e arredo delle moderne abitazioni, passò attraverso la diretta riscoperta dell’antichità e della decorazione romana e pompeiana. Si dedicò a quest’opera dopo aver intrapreso un viaggio nel 1757 a Spalato in compagnia del celebre artista francese Clerisseau, che lo accompagnò per disegnare le rovine del palazzo di Diocleziano. Questo lavoro, come precisa Adam, è “ la prima casa di abitazione privata romana ad essere illustrata e descritta”. Ottimo esemplare, lievissime ossidazioni marginali. Provenienza: John Peyto Verney, Lord Willoughby de Broke; Robert John Verney, Lord Willoughby de Broke.Fowler Collection, n. 2. “are of interest not only as fine examples of architectural engraving but as showing the source of some of the motives of the Adam style. The frontispiece, a composition of ruins and landscape with figures, is by F. Bartolozzi”Cicognara,3567: “Opera magnifica e grandiosa ove forse con soverchia liberta' l'arte del disegnatore aggiunse bellezza ad opere scolpite nel momento della decadenza delle arti”; Brunet, I, 46: “ouvrage bien execute, peu commun”; Berlin Cat.,1893; Diz. Treccani,I, p. 96 ”L'architetto Robert Adam (Edimburgo 1728 - Londra 1792) viaggiò durante 4 anni, visitando specialmente l'Italia ove conobbe Piranesi. A Spalato eseguì studi e disegni delle rovine del Palazzo di Diocleziano e li pubblico' nel 1764. Tornato in patria, dal 1764 al 1768 fu architetto di Giorgio III e della regina. Esegui' numerosi lavori per la trasformazione o la costruzione di palazzi signorili sia a Londra che fuori della capitale (con il castello di Culzen anticipo' il gusto del secolo successivo per il finto gotico). Lo stile di Adam, per l'abile applicazione alle tradizioni inglesi dei motivi importati dalla Grecia e da Roma, costituisce una delle prime e più riuscite attuazioni del neoclassicismo”. Graesse I p. 18; Valentinelli, Bibl. delle Dalmazia e del Montenegro p. 158.

Torna Indietro

RICHIEDI INFORMAZIONI

Compila la form per ricevere assistenza sui nostri prodotti e richiedere un preventivo

Accetto l’informativa sulla privacy.



Newsletter

Iscriviti e rimani aggiornato
Accetto l’informativa sulla privacy.